Jump to content

Frankman

Full Members
  • Content count

    243
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Frankman

  1. Ciao @peppuzzo @Stefan(0), vorrei cercare, come hanno fatto altri, di ritrovarci anche noi riders italiani su questo forum. Al momento non credo siamo molti, però potremmo presto aumentare avendo creato questo gruppo di discussione in italiano. Facciamoci sentire anche noi, entusiasti pionieri di quella che sarà la bicicletta del futuro! Un caloroso augurio a tutti, Franco.
  2. Italian Discussion Group

    Amo moltissimo gli animali. I cani vanno tenuti al guinzaglio proprio per evitare incidenti come questo. Ed è da imbecilli chiedere scusa dopo che si è verificata una prevedibile spiacevole circostanza, perchè ogni padrone conosce benissimo il suo animale e le sue possibili reazioni. Hai fatto bene @MaxMi se lo hai mandato a fanc... Sono d'accordo con te @Berus sull'MCM4, un mezzo veramente ottimo...ah se solo avesse un trolley...sarebbe perfetto!!
  3. Italian Discussion Group

    @Barone Cornadure, si scusa ho scritto male io. Volevo intendere la KS16 S, ottima!
  4. Italian Discussion Group

    @Barone Cornadure complimenti per l'acquisto, il KS16B è veramente un'ottima ruota. Auguri.
  5. Italian Discussion Group

    @Luca Morello, vedi Luca, io ho costruito due sediolini per due delle mie tre ruote (SML140 e KS16). Alcune considerazioni: 1) da seduti si guida differentemente, l'equilibrio lo si tiene col busto e non più con le gambe. 2) il mezzo diventa più ingombrante e meno gestibile (nel bagagliaio auto, per portarlo a mano ecc. ecc.) 3) ottimo per lunghe percorrenze, però su strade o marciapiedi perfettamente lisci e senza buche. 4) non esiste più il fastidio alle piante dei piedi che è sempre presente per la guida in piedi. Detto questo, per quanto mi riguarda uso i sellini molto raramente. Non perchè siano scomodi però, finito l'entusiasmo e la curiosità iniziale e forse anche per praticità, mi trovo ad usare le ruote sempre in configurazione normale.
  6. Italian Discussion Group

    Ciao @RAULE, benvenuto. Allora, a quanto pare anche tu ti stai innamorando...bene bene. Il mio primo amore fu una generica cinesina da 300 Euro incontrata su Aliexpress (è un clone della SML140) che amo ancora e che non mi ha mai tradito nonostante nel mio harem siano entrate altre due ruote ben più blasonate (Gotway MCM4 e Kingsong KS16). E' una passione che ben difficilmente finisce anzi, col tempo si consolida. Dal tuo post leggo che sei leggermente sovrappeso ed allora da medico e da wheeler, se mi consenti, ti posso dire che quest'attività è un ottimo motivo per cercare di dimagrire sia perchè si guadagna in salute ed agilità (che a noi wheelers serve) ma soprattutto si guadagna in chilometri di autonomia con la ruota. Auguri per l prossimo acquisto.
  7. Italian Discussion Group

    Ciao @MaxMi, benvenuto.
  8. Italian Discussion Group

    @FULspeed, ogni volta che vado fuori porto con me la ruota, anche in treno. La uso poi in alternativa all'auto nei centri abitati e quindi nessun problema di parcheggio, traffico, divieti, ZTL e segnaletiche (a volte insidiose e studiate apposta per fare multe e rastrellare soldi). E ci vado dappertutto, anche nelle aree pedonali. Massimo rispetto dei pedoni e bassa velocità, mai avuto problemi. Col trolley la porto facilmente nei negozi e supermercati. Che senso di libertà !!! @gianni, scusami però credo non aver capito bene la tua domanda.
  9. Italian Discussion Group

    @Cornadure, @LEO_LEO, cari amici, le batterie al litio, come sicuramente saprete, hanno un limite superiore ed un limite inferiore di voltaggio. Il limite superiore è 4,2 volt quello inferiore è 3,0 volt. Le nostre ruote montano, in genere, una serie di 16 batterie per un voltaggio finale di 67,2 volt ( 4,2 x 16 = 67,2 ). Lo stesso pacco batterie poi ha un circuito BMS (battery management system) che serve per far funzionare le batterie entro questi limiti di voltaggio. Quanto ricaricare: dobbiamo considerare che la ricarica al 100% cioè fino alla soglia dei 67,2 volt crea un minimo accettabile stress alle batterie, stress che aumenta se le ricarichiamo oltre il 100% (aumentando un pò la tensione dell'alimentatore). Il maggiore stress si traduce in una riduzione dei cicli di ricarica e quindi di vita delle batterie. Se le ricarichiamo al 90% circa, con una tensione intorno ai 65 volt (ovviamente serve un alimentatore regolabile), avranno una vita sensibilmente più lunga. Lasciandole in carica per una notte intera non ci sono problemi in quanto l'alimentatore, raggiunto il giusto livello di carica si porrà automaticamente su carica di mantenimento. Quando ricaricare: conviene lasciarle con una carica residua dal 60 all'80%, questo è il modo migliore per conservarle. In altri termini è meglio ricaricarle prima di uscire che farlo appena rientrati. Su questo sito http://batteryuniversity.com/ ci sono molte indicazioni su come gestire i vari tipi di batterie.
  10. Italian Discussion Group

    @Luca Morello ho provato a farne uno per il KS16 utilizzando un pezzo di gommapiuma ad alta densità da applicare al di sopra della maniglia sia per non romperla sia per non rompermi il c... Però, nonostante un lavoro meticoloso per adattare la spugna, ho fallito miseramente perchè il pezzo era instabile ed il mezzo ingovernabile. Il sediolino del KS18 si incastra perfettamente ed è molto stabile, Inoltre la struttura del KS18 è molto solida, perciò ve bene. La cosa più importante è fare in modo che il sediolino sia rigidamente collegato all'EUC, altrimenti diventa solo un avvilente gioco di equilibrismo. Ora, se pensi che la scocca del tuo EUC possa reggere il tuo peso, potresti provare a creare un seggiolino utilizzando una bomboletta di schiuma di poliuretano. Dovresti prima creare una cassaforma di cartoncino da adattare sul tuo EUC e poi riempirla con la schiuma. Ovviamente, prima di iniettare la schiuma bisognerebbe proteggere bene la plastica della scocca con dei fogli di alluminio casa o della pellicola domopak.
  11. Italian Discussion Group

    @Luca Morello, tempo fa pubblicai sul forum queste immagini del sediolino che costruii per uno dei miei EUC. In pratica si tratta di allestire una struttura leggera in alluminio che scarichi tutto il peso del pilota sui pedali, perchè il rivestimento in plastica della ruota non è in grado di reggere il carico. Mi rendo conto che non è una cosa molto semplice da fare però, a meno che non si tratti di una struttura provvisoria per un semplice esperimento momentaneo, è l'unico modo per non correre il rischio di rompere la plastica dell' EUC. Inoltre per poterti garantire una facile e sicura manovrabilità è necessario che il sellino sia ben solidale con i pedali. Andare da seduti lo trovo divertente, se non altro ti riposi le piante dei piedi nei lunghi tratti. Con questo sellino montato riesco ad andare sia seduto che in piedi. Il modo di guidare è un pò diverso perchè l'equilibrio lo mantieni col busto e non più con le gambe, però si impara in poco tempo.
  12. Italian Discussion Group

    Per quanto riguarda l'arresto della ruota, per evitare che se ne vada in giro da sola a combinare guai subito dopo una caduta, si potrebbe pensare ad una soluzione del genere: Un interruttore di sicurezza a strappo come quelli in uso sugli acquascooter.
  13. Italian Discussion Group

    Ma secondo voi, tralasciando adesso il discorso sulla cinghia, se la ruota si spegnesse automaticamente appena la si lascia libera (per una caduta o perdita di equilibrio ecc. e non per un cut-off ovviamente) si eviterebbe il fenomeno della ruota che corre da sola ill'impazzata contro chissà cosa?
  14. Italian Discussion Group

    Cari amici, per me il trolley è assolutamente indispensabile. Oggi non comprerei nessuna ruota che non abbia il trolley integrato. La mia prima ruota, un SML140, aveva il trolley integrato e da allora ne ho compreso l'importanza. Tempo dopo comprai un MCM4, al quale montai (facendo una modifica per adattarla) una maniglia trolley dell' Inmotion. Poi in ultimo presi un KS16B. Quindi allo stato tre ruote tutte con trolley. Per me sia sempre benedetto San Trolley protettore dei sofferenti di artrosi lombo-sacrale, sciatalgie e strappi muscolari.
  15. Italian Discussion Group

    @Bert08 giusta osservazione.
  16. Italian Discussion Group

    @fabio70mi se non trovi il suo ricambio specifico, puoi sempre usare un generico interruttore o pulsante e poi collegare a parte i led. Sicuramente ci saranno fili indipendenti anche se montati nello stesso interruttore, due per l'accensione ed altri tre o quattro per i led o il led bicolore. Se puoi, manda qualche foto dopo che lo hai smontato.
  17. Italian Discussion Group

    @fabio70mi, non conosco il tipo specifico usato sul IPS121. Di solito sono comuni interruttori o pulsanti ad una via, cioè i fili sotto sono solo due. Per sostituirlo devi svitare la ghiera che lo fissa da sotto il pannello. Una volta smontato, te lo porti con te e credo che ne puoi trovare uno simile in un buon negozio di ricambi elettronici. Diversamente su Aliexpress lo trovi di sicuro.
  18. Italian Discussion Group

    Sono speranzoso,forse qualcosa aiuterà gli amanti del monociclo elettrico. Noto che tra gli adolescenti gli EUC non prendono molto piede . La maggioranza delle persone che li usano sono al di sopra dei 30 anni. Forse perchè è un mezzo tranquillo che non supera mediamente i 30km/h ed i giovanissimi, si sa, amano la velocità. A tutti noi è capitato il ragazzino che ci chiede subito:" ma quanto fa?". Per tanti di loro è sicuramente più interessante il veloce motorino per poter sfrecciare tra le auto e primeggiare tra gli amici. Ed allora quei pestiferi ragazzini continuino pure ad interessarsi ad altre tipologie di mezzi più prestanti e rumorosi, ciclomotori, motocicli, quadricicli truccati ecc. ecc. (guidati poi in modo tanto indisciplinato e pericoloso da costringere le autorità e gli amministratori locali ad emanare giuste ordinanze restrittive) . Per noi ben venga l'EUC da 20-30km/h al massimo. Saremo pochi, tranquilli signori appassionati di uno strano aggeggio che, per utilità o svago, agilmente, silenziosamente ed in piena libertà si muove tra le persone senza arrecare scompiglio e disappunto......e senza necessità di divieti così severi da farcene passare la voglia.
  19. Italian Discussion Group

    Vorrei intervenire nelle ultime discussioni dicendo solo due cose: 1) Il trolley, a parer mio, è indispensabile. Io porto la mia ruota accesa e col trolley tra i banchi del supermercato o nei negozi. Una comodità assoluta. 2) Potendo scegliere, meglio circolare sul marciapiedi che su strada così non c'è il rischio di venire arrotati dalle macchine. Ovviamente non si può pretendere di andare a 30km/h tra i pedoni senza essere notati e poi..... sanzionati.
  20. Italian Discussion Group

    Certo, e per questo ti lascio un like.
  21. Italian Discussion Group

    @FULspeed Si è vero, guardando il filmato si nota che effettivamente la curva interna della scocca è troppo piccola. Le altre due invece mi sembrano ben proporzionate. Scherzi a parte, è un bel problema. Mi chiedo poi, in quelle condizioni, sai quanti sassolini possano andare ad incastrarsi tra la gomma e la scocca. Forse solo con uno pneumatico di dimensioni inferiori si risolve la questione.
  22. Italian Discussion Group

    @LILLO Scusa, non è possibile ridurre quel diaframma di plastica con un seghetto od un ferro rovente?
  23. Italian Discussion Group

    @LILLO Ciao, benvenuto nel forum. Ottima ruota il tuo V8, di notevole qualità. Tranquillo, le cadute saranno sempre più rare fino ad azzerarsi con l'aumentare dell'esperienza. Buon divertimento.
  24. Italian Discussion Group

    Hello @Uliana, generally speaking there are not yet precise rules about EUC in Italy. Only I can suggest you to use it on the sidewalk and at a speed of not more than 6km/h (or at least reduce the speed when you see cops). The important is to not interfere with the vehicular traffic on the roads. Pay much attention to the pedestrians and give them the precedence. Have fun with your EUC and happy holidays here in Italy.
  25. Italian Discussion Group

    @gianni l'ho applicata al Gotway MCM4 e prossimamente la applicherò al KingSong KS16. Entrambe hanno il cerchio ben visibile nella parte inferiore. Effettivamente per quei modelli che hanno la carenatura molto bassa l'operazione diventa complicata se non impossibile. Bisogna iniziare a scalzare il copertone dal cerchio con la prima leva addossandola al corpo del motore e bloccandola con del nastro adesivo perchè, man mano che si gira la ruota continuando a scalzare con la seconda leva, la prima leva scompare sotto la scocca per poi ovviamente ricomparire dall'altro lato quando la ruota ha completato il giro.
×